La Storia

L’Associazione Turistica Pro Loco di Manduria nasce il 2 Aprile 1993. Fin dal principimanduriao si caratterizza per due finalità principali, quali l’impegno per la protezione e la crescita del territorio. Da subito sensibile alle emergenze del patrimonio storico-culturale della città, ancor prima dell’istituzione del parco archeologico si adopera per la pulizia dell’area delle mura messapiche. Successivamente apre un infopoint in San Pietro in Bevagna ed a Torre Colimena nei mesi estivi, inaugurando un servizio di visite guidate alla città di Manduria ed alle sue antichità. L’associazione si dimostra attiva anche nella promozione degli aspetti legati all’enogastronomia locale, veri e propri punti di forza su cui insistere, organizzando sagre dedicate ai prodotti tipici come la sagra della frisella in estate e quella dei dolci tipici natalizi a dicembre.   Immancabile, in ogni occasione, la presenza del nostro vino Primitivo. Le capacità logistiche dell’associazione vengono ufficialmente riconosciute nel 1996 dalla giunta comunale che affida all’A.T. Pro Loco l’organizzazione della 256esima Fiera Pessima, edizione che si distinguerà dalle precedenti (e che passerà alla storia) per l’acquisizione di una valenza di più ampio respiro e non più solo locale. In occasione della 257esima edizione, a Marzo 1997, la Pro Loco ripropone una famosa e gloriosa rivista: “Lu Nuesciu”, pubblicazione che incontra subito grandissimo consenso tanto da diventare, ininterrottamente fino ad oggi, un appuntamento con i propri affezionati e numerosi lettori. Lo stesso entusiasmo dimostrato dai soci nella valorizzazione della città viene profuso negli anni a seguire anche in iniziative di impegno sociale (con l’adesione al Servizio Civile Nazionale) e culturale (organizzando una rassegna di teatro nel periodo estivo). Il 18, 19 e 20 Novembre 2005, in concomitanza con la presenza in Manduria di numerosi sindaci aderenti alle “Strade del vino”, l’Associazione organizza, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e provinciale, la manifestazione “Ciao Novello”. In questa occasione le cantine sociali ed i produttori privati espongono il vino Novello in dieci gazebo dislocati nel centro storico cittadino animato da artisti di strada e da gruppi musicali folkloristici. Nel giugno 2006, in uno spirito di cooperazione reciproca, parte la collaborazione con altre associazioni presenti sul territorio per la fruibilità del parco archeologico: è questo un nuovo modo di intervenire sinergicamente per coadiuvare l’amministrazione ed offrire supporto operativo qualificato. In virtù di ciò la Pro Loco è stata inserita, negli ultimi anni, nel progetto Puglia Open Days, programma di aperture straordinarie con visite guidate gratuite promosso dall’Assessorato regionale al Turismo e attuato da PugliaPromozione. Da sempre consapevole che la salvaguardia dei beni storico-artistici necessita, in primo luogo, il riconoscimento del loro valore da parte delle nuove generazioni, la Pro Loco ha coinvolto le classi delle scuole elementari e delle scuole superiori in progetti per la valorizzazione del territorio e per l’approfondimento della sua millenaria storia. Musica e imagestradizione hanno caratterizzato gli eventi susseguitisi negli ultimi anni. Tra questi vogliamo ricordare la prima edizione del pro music festival nel 2011 che ha visto esibirsi band locali, Il concorso fotografico “Quello che di Manduria hai nel cuore”, grazie al quale ricordi ed emozioni legate alla nostra città sono state raccontate in poche ed indimenticabili istantanee e “Natale Insieme”, un percorso tra i riti e le usanze popolari. Tutto questo è solo una parte di ciò che è stato fatto fino ad oggi. Vorremmo però che attraverso queste parole, rievocando i momenti più importanti del nostro operato, arrivi fino a voi la nostra storia fatta di entusiasmo, lo stesso che ci ha permesso di gettare “il cuore oltre l’ostacolo”, non perdere la speranza di poter restituire un futuro alla città e di poter orgogliosamente affermare: sono un manduriano.